Belzebuth

 

Produttore: Brasserie Grain d’Orge
Nazione di appartenenza: Francia
Gradazione: 13% Vol.
Stile: belgian strong ale
Colore: chiara

Belzebuth è la più forte golden ale al mondo, con il suo 13% di alc./vol. (inizialmente ne aveva 15). Il gusto pungente è il risultato di una particolare varietò di lievito ed una miscela di tre differenti tipi di malto.  Il suo gusto è inizialmente dolce, per diventare quasi piccante quando il palato ne gusta l’alcol, fino a diventare straordinariamente secco sul finale.
La Belzebuth viene prodotta dalla Brasserie Grain d’Orge nel nord della Francia, vicino al confine con il Belgio, seguendo una tradizione centenaria (dal 1898). La cittadina di “Ronchin”, dove si trova la fabbrica, fu scelta all’epoca dai mastri birrai per la purezza della sua fonte d’acqua, essenziale per la produzione di questa birra.
Nel 1895, Rochin contava ben 5 fabbriche di birra a fronte di soli 3500 abitanti: una di queste fabbriche era di proprietà di Henri Vandamme.
Nel 1898 quest’ultimo decise di prendere Pierre Holevaque come socio in affari per aprire una fabbrica di birra “più industriale”.
Nel 1899 la fabbrica iniziò ad operare: nel 1902 Holevaque vendette la sua quota e Vandamme trovò Desirè Desruelle che divenne il suo nuovo socio.
Nel 1906 Vandamme lasciò a sua volta l’azienda che venne gestita da Desruelle, diventando la fabbrica “Desruelle-Theetten”.
Fu nei pub, che erano costruiti al ritmo di uno all’anno fino al 1914, che l’80% della produzione della fabbrica veniva venduta, mentre il 20% era venduto ai privati (un fatto estremamente raro per l’epoca): tale commercio fu facilitato dal momento in cui la birra fu disponibile in bottiglie che riportavano l’effige di Giovanna d’Arco sull’etichetta (sin dal 1912).
Nel 1927 Desruelle fece sposare sua figlia con Charles Leclercq, figlio di una famiglia di produttori di birra di Hempempont dal 1653, che conosceva alla perfezione il commercio della birra: l’azienda, grazie al nuovo socio, prese il nome di “Birreria Jeanne d’Arc”.
Nei decenni successivi la produzione di birra dell’azienda crebbe costantemente fino a raggiungere i 180.000 ettolitri nel 1960 ma regredì con l’evoluzione dei gusti dei consumatori.
Negli anni che vanno da 1960 al 1990, l’azienda concentro i suoi sforzi per migliorare la qualità della sua produzione.
Creata nel 1898 e acquistata nel maggio del 2001 da Patrick d’Aubreby, la fabbrica di birra “Jeanne d’Arc” fu rinominata nel 2002 “Birreria Grain d’Orge”. Sin da allora, la nuova direzione dell’azienda si impegna a seguire i desideri dei consumatori, ossia la ricerca di naturalità, autenticità, convivialità ma anche innovazione.